Questo sito utilizza dei cookie per funzionalità di ricerca e per la navigazione utente.

Proseguendo con la navigazione o accettando esplicitamente, ci autorizzate a settare dei cookie nel vostro computer. Per saperne di piu'

Approvo

A decorrere dal 25 maggio 2018 è applicabile il Regolamento Europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation o GDPR), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali nonché alla libera circolazione di tali dati, che abroga la Direttiva CE 95/46 ed ha significativi impatti sul Decreto Legislativo 196/2003 (Codice Privacy).

Il GDPR stabilisce norme relative alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché norme relative alla libera circolazione di tali dati.

Il regolamento protegge i diritti e le libertà fondamentali delle persone fisiche, in particolare il diritto alla protezione dei dati personali.

L'informativa sulla privacy e sui cookie di DarknessLife è presente al link http://judges.darknesslife.com/informativa_privacy.html

Per avviare il mini-raid dovrete andare alla Confluenza in Rheasilvia; per farlo vi basterà usare il portale corrotto presente nella parte della mappa dove si trovano Huginn e Muninn. Appena arrivati nella loro stanza, girate a destra e lo troverete in fondo alla grotta. Proseguite poi fino alla stanza dove è presente una tecnide che dialogherà con voi e dal portale corrotto potrete avviare la missione.

Il primo step della missione è quello di uccidere un miniboss che attiverà un simbolo, come quello del raid, per indicarvi verso dove dirigervi successivamente; dovrete quindi trovare il simbolo in giro in quella sezione della missione, dove ci sarà un altro miniboss, che ucciso vi farà vedere il prossimo simbolo. Dovrete continuare la procedura fino a quando non si aprirà la stanza per procedere alla sezione successiva.

Come secondo step invece dovrete semplicemente proseguire tutto il jumping puzzle, stando attenti ai nemici in giro (soprattutto ai cecchini). Arriverete poi in una stanza che vi darà "rallentamento" con un continuo spawn di schiavi corrotti. Vi consiglio di continuare, cercando di evitare gli schiavi il più possibile senza considerarli, fino alla prossima stanza.

Arrivati a questo punto ci sarà il terzo step, l'Orco Corrotto. Dovrete eliminare le 4 maliarde una dopo l'altra velocemente ed uno dei giocatori dovrà prendere, ogni volta che ne uccidete una, il buff che rilasciano fino a caricarlo totalmente (4 maliarde, 4 caricamenti); ogni volta che si prende un buff si avranno 40 secondi per prendere il successivo, pena la morte. Una volta caricato tutto il buff quindi si potrà scaricare su una delle quattro piastre intorno all'orco. Adesso potrete fare danno all'Orco fino a quando non gli tornerà lo scudo. Dovrete ripete quindi lo step della maliarde fino a quando non ucciderete l'Orco. Una volta ucciso, proseguendo, arriverete ad una statua che, dopo avervi parlato, vi darà la possibilità di presentare il talismano come offerta. Questo vi sbloccherà una nuova missione segreta che vedremo più avanti.

Il quarto step sarà sempre un jumping puzzle con nemici, più lungo del precedente e più particolare.

Un volta completato si arriverà al boss finale di questa mini incursione, una maliarda chiamata "Dul Incaru". La stanza è molto piccola per cui dovrete saltare molto spesso per evitare di essere uccisa da lei, dai tre cavalieri e dai mob. Il consiglio è di pulire prima i mob, poi uccidere i tre cavalieri ed infine fare danno alla maliarda fino alla morte. Ogni cavaliere ucciso vi darà un buff che arriverà a x3 uccidendoli tutti; quest'ultimo moltiplicherà il danno che fate alla maliarda. Uccisa la maliarda la mini incursione sarà completata. Vi ricordo infine che la missione mantiene i checkpoint per ogni step raggiunto e che il reset è settimanale.

Informazioni

WhatsApp: Chiedere via Email
Email: [email protected]
Sito: judges.darknesslife.com

La Torre

 

Nota bene: Judges of Destiny, compreso il logo,  è un marchio registrato e non è quindi ne utilizzabile ne riproducibile.

logo